Eventi

Un tuffo nel passato, Santo Stefano al Borgo

Santo Stefano al Borgo

La Pro Loco di Airola presenta, nella splendida cornice di piazza Borgo ad Airola, una giornata all'insegna della riscoperta delle tradizioni di un tempo, attraverso mostre, esposizioni, giochi medievali, per valorizzare ancora una volta il patrimonio storico-artistico della città di Airola.

L’evento nasce, sotto il patrocinio del Comune di Airola, con la collaborazione della Confraternita dell’Immacolata Concezione di Airola, l’associazione degli Arcieri della Stella di Rotondi, la Compagnia dei tre Leoni di Napoli e gli amici del borgo.

La manifestazione si aprirà alle ore 9.00 con una esibizione canora del “Coro dei Bambini del Borgo”. A seguire il saluto del Sindaco di Airola e del Presidente della Pro Loco e l’apertura delle porte della Chiesa di “San Lorenzo”, all’interno della quale si potrà ripercorrere la storia locale attraverso testimonianze fotografiche d’epoca.

Grazie alla Compagnia dei Tre Leoni si rivivranno, grazie anche il coinvolgimento della cittadinanza, gli usi, i costumi e la cultura medioevale: combattimenti in costume e momenti di vita quotidiana, con la presenza di cavalli tra i vicoli.

Gli Arcieri della Stella di Rotondi terranno una dimostrazione di tiro con l’arco offrendo anche la possibilità di esercitare questa disciplina a chi dovesse essere interessato.

Sarà riacceso il falò intorno al quale sarà possibile degustare castagne e vino locale.

Il tutto nella caratteristica cornice di Piazza Borgo e Piazza Tribunali e i loro vicoli, che per l’occasione ospiteranno botteghe artigianali.

La manifestazione si concluderà con una Tombolata ricca di premi all’interno della Chiesa di San Lorenzo con brindisi finale.

galleria fotografica dell'evento

Leggi tutto...

Presepio in ferro

Inaugurato, oggi 8 dicembre 2011, il presepio in ferro allestito dalla Pro Loco di Airola, presso la chiesa Santa Maria della Misericordia (del Carmine) di Airola.

Originale ed artistico, il presepio in ferro fu realizzato nel 1982 dal prof. Giuseppe Di Marzo che si avvalse della collaborazione dei docenti e degli alunni dell’Istituto Professionale L. Palmieri di Airola. Il presepio è stato, per l’occasione, ampliato con l’aggiunta di alcune figure realizzate dall’artista Bartolomeo Laudando. I pastori furono realizzati utilizzando materiale ferroso di risulta giacente presso l’Istituto Professionale.

dal Mattino del 23 dicembre 1982
E tutto questo in povertà francescana, quasi con puntiglio di smentire la cronica lamentazione, spiccatamente meridionale sulla estrema necessità di risorse e di mezzi: perché qui, per realizzare un prodotto che stime prudenti valutano attorno ai 20 milioni non si è speso niente, sono stati utlizzati soltanto metalli di risulta che la fiamma ossidrica ha saldato, scaldato e piegato, e le pinze hanno battuto, livellato, scarnificato e personalizzato in una grossa impresa di pazienza che ha donato a rottami di ferro dignità di forme e profumo di bellezza.
E’ questo quindi il Presepe.

galleria fotografica dell'evento

{lofimg src="images/evidenza/presepio.jpg"} 

Riscopriamo il Borgo - edizione 2011

Riscopriamo il Borgo 2011Grande successo per l’iniziativa della Pro Loco di Airola svoltasi nello scorso fine settimana. Due giorni ricchi di eventi e momenti spettacolari quelli in cui si è articolata “Riscopriamo il borgo”, manifestazione promossa con il patrocinio del Comune di Airola e in collaborazione con la Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de' Goti, Movimento 5 Stelle, Confraternita dell'Immacolata Concezione e con la partecipazione di Associazione Emisfero Sud, Art'Empori e GAS Arcobaleno di Benevento. Protagonisti assoluti alcuni luoghi dimenticati del centro storico di Airola: piazza Borgo, piazza Tribunali e piazza Concezione. Si è partiti sabato con la straordinaria riapertura della chiesa di San Lorenzo, chiusa da oltre mezzo secolo. L'evento ha consentito alla cittadinanza di ammirare all'interno della chiesa la mostra “Restauro in arte”, esposizione fotografica dell'attività di restauro di una pala d'altare ad opera di Rossella Testa, restauratrice di dipinti su tela e tavola. La serata si è conclusa con giochi di piazza e il live dell'originalissima band caudina “Le Bambine con i Baffi”. Domenica è stata la volta del dibattito “Artigianato come arte inclusiva del territorio. Per contrastare l’omologazione del sistema sovraterritoriale delle arti maggiori”, che ha visto gli interventi del presidente della Pro Loco di Airola, Giacomo Rivetti (L’artigianato come interpretazione del territorio), Alessio Masone di Art'Empori – PoeCivismo (Fruizione esperienziale dell’arte come esercizio a una cittadinanza non delegata) e Giorgia Georgopoulos di Emisfero Sud, associazione per il commercio equo e solidale (L’artigianato etico come inclusione sociale e redistribuzione del reddito). La piazza Concezione, invece, è stata animata dalla quarta edizione della “Lectura Dantis”: i versi della Divina Commedia, tratti dal V Canto dell'Inferno, dal XXVI Canto del Purgatorio e dall'XI Canto dell'Inferno, introdotti da Pasquale Maglione, declamati da Dino Farese, commentati da Mario Messina e accompagnati dal pianoforte del M° Carlo Speltri, con la partecipazione del soprano Paola Vella. Durante i due giorni della manifestazione, lungo i vicoli di piazza Tribunali, sono state aperte le botteghe d'artigianato locale: l'arte del ferro (i fabbri Luigi e Mario Massaro da Moiano), l'arte della pietra Interno della Chiesa di San Lorenzo(il maestro scalpellino Mario Savoia da Cautano), l'arte del legno (lo scultore Enzo Ferraro da Bucciano), l'arte del gesso (il decoratore Giuseppe Marletta da Forchia), l'arte dell'illustrazione (la disegnatrice Chiara Calandra con il progetto I Love Benevento), l'arte del liuto (con il liutaio Enrico Minicozzi da Benevento), l'arte della ceramica (con l'azienda Artemisia di Airola). Inoltre degustazioni di prodotti tipici locali ed eventi per bambini hanno contribuito a rendere la manifestazione un appuntamento imperdibile per la prossima edizione.

galleria fotografica dell'evento


{lofimg src="images/evidenza/borgo5.jpg"}

© Pro Loco di Airola