Non aperte al culto

Chiesa Santa Maria della Misericordia

Santa Maria della MisericordiaFa parte del complesso monastico che fu edificato nel 1608 dai monaci Benedettini di Montevergine. Il monastero si sviluppa su due ali con al centro la Chiesa di Santa Maria della Misericordia, detta comunemente del Carmine.

Ai lati dell’ingresso del portico della chiesa vi sono due nicchie che ospitano due statue di marmo (1765): San Benedetto da Norcia (fondatore dei Monaci Benedettini) e San Guglielmo da Vercelli (fondatore della Congregazione dei Verginiani).

L’ingresso della chiesa è preceduto da un vestibolo ad archi decorato da 6 medaglioni raffiguranti santi dell’ordine monastico.

La chiesa è a forma rettangolare con tre navate e otto altari laterali. Essa era ricca di stucchi e possiede un pregevole altare maggiore. Il 13 marzo del 1820 l’intero palazzo di Montevergine fu ceduto al Comune di Airola. La chiesa è stata riparata solo in parte dai danni subito dal sisma dell 1980.

 


 

Chiesa di San Michele Arcangelo a Portanuova

Già ai primi del 1600 si hanno notizie di questa chiesa con dignità di parrocchia. Ebbe tale denominazione, quando fu aperto un nuovo tratto di strada, per collegare Piazza Annunziata al quartiere borgo. Vi era una porta che immetteva nel quartiere, ma oggi essa non esiste più. Il più antico registro parrocchiale risale al 1698. Il maggior incremento dei fedeli si ebbe tra il 1710 e il 1810, quando la popolazione si quadruplicò. F. Viparelli nell'agosto 1839 conta 315 anime, mentre il De Lucia la pone al 1844 al 4° posto dopo San Giorgio, San Giovanni in carico e Sant'Angelo alla Serpentara.

La Terra e i casali di Airola Beneventana, Raffaele Caporuscio


 

Chiesa di San Lorenzo Martire

Come la chiesa di San Donato anche la chiesa di San Lorenzo era affidata, come parrocchia, alla cura dei monaci Olivetani di Monteoliveto. La chiesa, molto semplice nella struttura, è stata sede par­rocchiale fino alla unione con le parrocchie di San Giorgio e San Michele a Portanova nella chiesa della SS. Annunziata. Attualmente, dopo i lavori di consolidamento a seguito del terremo­to del 1980, è chiusa al culto.


 

Chiesa di Santa Caterina

Ubicata lungo via Monteoliveto, all'altezza della bifor­cazione per il santuario dell' Addolorata e il monastero di S. Gabriele, ha origini molto remote. Il 13 giugno del 1473 la chiesa e tutti i suoi beni furono devoluti alla chiesa della SS Annunziata. L'edificio, molto semplice nella sua struttura, rientra nel territorio della parrocchia di San Michele Arcangelo a Serpentara.


 

Santuario Madonna della Neve

Santuario madonna della NeveEdificata con il suo monastero sul monte Tairano, ospitò per lungo tempo i monaci Crociferi che in seguito, per la pericolosità del luogo, furo­no costretti ad abbandonare l'edificio. La chiesa, in restauro da anni, è abbastanza grande e al suo interno vi sono cinque altari.

Di seguito alcuni affreschi situati all'interno della chiesa.

 

 

 


 

Leggi tutto...

© Pro Loco di Airola